Stasera in TV 2ª Serata Film in TV Anticipazioni APP Domani in TV Domani in TV 2ª Serata
garage sale mistery la camera della morte

Garage sale mystery il mistero della statuetta di giada Film

Garage sale mystery il mistero della statuetta di giada è un film thriller giallo americano del 2013 con la regia di Peter DeLuise e gli attori Lori Loughlin, Rick Ravanello. In questo nuovo episodio ritroviamo sempre Jennifer Shannono alle prese con tantissimi oggetti in vendita dei garage. Nell’ultimo periodo però in città si stanno moltiplicando i furti e questo sembra coincidere proprio con le vendite dei garage. La donna decide così di indagare con il detective Adam quando un caso più “cruento” degli altri sconvolgerà la quieta del posto.

Critica

Trama
Cast

Film per la tv piuttosto semplice e poco originale. Godibile senza particolari pretese.

User Rating: 4.05 ( 1 votes)

Un commento

  1. La difesa della banalità
    Nel migliore dei mondi possibili non varrebbe la pena di guardarlo, ma in una TV di urlatori, budella sparse, in cui opera la rivoluzione copernicana dell’esaltazione dei cattivi come modelli da imitare, dove la ragione ha ceduto il posto all’irrazionalità ultraterrena di cabale, fantasmi e sensitivi, un po’ serena banalità non può fare che bene.
    C’era una volta una vecchietta armata di razionalità, acume e capacità deduttive chiamata Miss Marple. Speriamo sopravviva, ultima speranza di un’umanità dimentica della buona educazione, del rispetto per gli altri e della fiducia nelle sue banali (forse), ma molto umane capacità.
    La TV è lo specchio in cui cerchiamo noi stessi e pretendiamo ci offra un riflesso virtuale che confermi la nostra sfiducia nella verità e nella scienza, la nostra fede esasperata nella tecnologia, tentativo estremo di riconquistare il mondo e la vita eterna (o quasi), come maghi rinascimentali, armati di nuovi alambicchi chiamati smartphone. Forse, anche in questo garage, possiamo per pochi minuti trovare un po’ di quella serena quotidianità che magari stiamo cercando senza saperlo. Forse diventare coscienti può aiutarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *